All’interno del nostro stabilimento di Sarezzo si compie tutta la nostra produzione. Le migliori materie prime vengono selezionate per essere lavorate dalla nostra officina meccanica, dove produciamo principalmente dal pieno tutte le parti che compongono i nostri fucili. Questo ci permette un controllo capillare e continuo della qualità delle parti che diventeranno il cuore ed il motore delle vostro nuovo fucile Marocchi.

<<– FOTO CARCASSA LAVORATA E BARRA GREZZA –>>

Le parti meccaniche passano quindi al reparto di finitura e montaggio, dove abilità e know-how si uniscono nelle sapienti mani dei nostri artigiani che eseguono manualmente ogni fase dell’assemblaggio di ciascun fucile, fino alla sua immatricolazione ed al test di sparo. Ogni passo della costruzione dei nostri fucili viene seguito con meticolosa attenzione ai dettagli ed alla qualità delle prestazioni, per garantire ai nostri clienti un prodotto non solo esteticamente accattivante, ma anche e soprattutto sicuro ed estremamente performante.

 

 

Il monoblocco

 

Il monoblocco nel fucile sovrapposto unisce le canne alla bascula, riceve il tassello di chiusura e lavora con i perni per permettere l’apertura del fucile. Il nostro monoblocco si presenta con profilo basso e due solidi ramponi di tenuta posizionati al centro. Il design è curato per impreziosire il raccordo con il tubo. Nella produzione dei monoblocco utilizziamo solo pezzi forgiati che diano garanzia di sicurezza dell’arma a lungo nel tempo. Sia per le materie prime che per le lavorazioni esterne, ci affidiamo alle più avanzate e certificate aziende specializzate nel settore.

 

Solidità e resistenza per garantire la perfezione

 

La bascula è la sede del meccanismo di sparo: il requisito fondamentale che deve avere è la solidità e per questo motivo, per le linee dei nostri sovrapposti, viene costruita utilizzando lo stesso acciaio del monoblocco forgiato. Per le carcasse delle nostre linee di semiautomatici optiamo invece per una lega di alluminio 7075T6 ad alte prestazioni che offre resistenza superiore rispetto alle comuni leghe utilizzate per le carcasse dei semiautomatici.

Un altro fattore importante è l’estetica: forme e raggi devono appagare il gusto del cliente e la ricerca di eleganza e stile è interpretata secondo la migliore tradizione italiana. Nel corso degli anni, ci siamo trovati ad assecondare esigenze tra le più diverse e il nostro servizio R&D affronta ogni nuova sfida con entusiasmo, studiando e scegliendo lavorazioni all’avanguardia per le quali la nostra professionalità è riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo.

 

Gli Strozzatori

 

Lo strozzatore è la firma della vostra canna alla rosata, l’ultima parte del fucile a contatto con la munizione al momento dello sparo. La nostra scelta di utilizzare lo stesso materiale per la realizzazione della canna e dello strozzatore si è rivelata vincente: assicura uguale elasticità e previene eventuali deformazioni. L’uso di munizioni steelshot inoltre, ci obbliga a trattare ulteriormente lo strozzatore in modo da assicurare un’altissima resistenza. Marocchi offre una vasta gamma di strozzatori interni ed esterni, lunghi ed extra lunghi. Su richiesta, sono disponibili anche i Maxi90 da 90 mm che accentuano le performance della canna con risultati eccezionali anche su obiettivi a notevole distanza.